Un’altra chicca dalla Selezione Vaporificio, oggi siamo in prova con Cumber. Un liquido che non mancherà di suscitare curiosità e riscontro tra i neo vapers per le sue caratteristiche.

 

Si presenta in una pratica boccetta ambrata con etichetta color testa di moro. Come sempre la cura nel comparto grafico è deliziosa, le atmosfere vintage sposano perfettamente la qualità di questi prodotti. Il liquido è quasi incolore.

 

All’olfatto non percepisco nulla, solo un lontanissimo e abbastanza classico sentore dei tabacchi estratti, ma nulla di più.

Alla prova di svapo appare subito dolciastro, zuccherino, una bella sensazione. E’ un e-liquid realizzato partendo da American Blend (Virginia, Perique, Burley, Cavendish) e ricorda moltissimo la fumata analogica. Personalmente mi rimanda ai tabacchi trinciati da rollare, molto profumati e senza additivi.

Per le mie conoscenze il Virginia è il tabacco prevalente nella miscela. Cumber continua ad essere dolce durante tutta la svapata, soprattutto nella fase iniziale, e solo alla fine lascia sul palato una sensazione più secca e determinata che vi accompagnerà nei minuti successivi. Sicuramente piacevole.

 

Davvero ottimo per chi sta passando alla sigaretta elettronica e vuole ritrovare il gusto tradizionale e soddisfacente di una fumata analogica, ma anche per l’esperto che durante la giornata vuole svapare un liquido più leggero senza rinunciare alla qualità di un buon tabacco.

 

Ricordiamo che i liquidi Vaporificio vengono realizzati partendo da sostanze aromatiche naturali estratte direttamente da foglie di tabacco grezzo. Un prodotto Made in Italy di alta qualità, visitando il sito ufficiale potrete conoscere i complessi e zelanti processi di produzione di questi artigiani del vapore.

Come consigliato anche dal produttore, per svapare questo tipo di liquidi è necessario utilizzare atom da guancia e settaggi che variano tra gli 1.1 e gli 1.5 ohm e wattaggi compresi tra i 15 e i 25 watt.

15000269_1681491618832209_3637635871393660433_o

(Visited 491 times, 166 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *