Dalla Selezione Vaporificio, oggi proviamo Izmir. Ispirato all’eclettica e bizantina città dell’Impero Ottomano maestra di gusti complessi e miti. Un piacevole tabacco dalle note speziate.

Si presenta in una pratica boccetta ambrata con etichetta color verde. All’olfatto è molto tenue e non percepisco nulla di particolare ma, come dico sempre, è un fatto positivo in questo tipo di eliquid. L’esame visivo restituisce un liquido molto chiaro.

Alla prova di svapo mi trovo di fronte ad un prodotto molto aromatico e piacevolmente secco, al punto giusto. Parte con note forti e incensate per poi addolcirsi in bocca fino alla fase finale. Il tabacco utilizzato è di qualità Basma, orientale a foglia piccola con un’alta concentrazione di oli essenziali ed essiccato al sole, un particolare che si avverte nettamente durante la svapata. Il bouquet di Izmir è sicuramente complesso e risulta molto gradevole, durante lo svapo si avverte una leggerissima componente piccante e una nota agrumata fa la sua apparizione quando si alza il wattaggio del device.

Per quanto riguarda la persistenza sul palato la definirei abbastanza buona e non troppo invadente. Per concludere, a mio parere, trovo Izmir un eliquid molto fine e adatto anche ad uno svapo più prolungato. Sicuramente una chicca per gli amanti dei tabacchi orientali.

izmir vaporificio

Ricordiamo che i liquidi Vaporificio vengono realizzati partendo da sostanze aromatiche naturali estratte direttamente da foglie di tabacco grezzo. Un prodotto Made in Italy di alta qualità, visitando il sito ufficiale potrete conoscere i complessi e zelanti processi di produzione di questi artigiani del vapore.

Come consigliato anche dal produttore, per svapare questo tipo di liquidi è necessario utilizzare atom da guancia e settaggi che variano tra gli 1.1 e gli 1.5 ohm e wattaggi compresi tra i 15 e i 25 watt.

15000269_1681491618832209_3637635871393660433_o

(Visited 222 times, 225 visits today)